Aumentano casi di rapine nelle sale slot machine e vlt

In aumento i casi di rapine ed estorsioni ai danni di sale slot e vlt in diverse zone d’Italia.

Minaccia il titolare di una sala giochi e si appropria di una Slot. Svuotata anche la cassaforte.

Bandito solitario, armato di coltello, minaccia e sferra un pugno al titolare. Poi fugge con cinquemila euro.

Proseguono le indagini per acciuffare il  bandito solitario, violento, determinato ed armato di coltello che ha assaltato una sala scommesse in provincia di Cosenza.

È accaduto alle 8.00 di mattina. «Come mia abitudine arrivo sempre una decina di minuti prima dell’apertura al pubblico per accendere i terminali, le slot machine e l’angolo bar del mio locale – dice il titolare dell’attività – Appena infilata la chiave nella toppa ho sentito qualcuno alle mie spalle».

Era il rapinatore. Probabilmente aspettava la sua vittima da tempo e, sicuramente, ne conosceva le abitudini.

Il commerciante, a lungo ascoltato dai carabinieri ha anche tentato di reagire ma la sua reazione è stata bloccata dal bandito che prima lo ha colpito con un pugno nello stomaco e poi gli ha appoggiato la lama di un coltello alla gola.

A questo punto per il titolare della sala scommesse non è restato altro da fare che assecondare le richieste del malvivente. Entrato nel locale è stato costretto ad aprire la cassaforte dove teneva il denaro e consegnarlo. Pare che la somma s’aggiri sui cinquemila euro. Non contento il malvivente ha ordinato il titolare di liberare le macchinette dalla resistente catena di ferra per appropriarsi della conosciutissima Slot Book Of Ra.

Gli investigatori hanno sentito diverse persone che risiedono in zona ed hanno acquisito le immagini di numerosi esercizi commerciali nella speranza che nei fotogrammi sia rimasta impressa qualche immagine utile ad individuare il bandito che, durante il colpo, aveva comunque il volto coperto da un passamontagna scuro.

Minacciano titolare di una Sala Slot: sequestrata una macchinetta

Rapina con pistola in pieno giorno in una sala slot nel Modenese.

Il malvivente è entrato con indosso un berretto, poi ha indossato un passamontagna e ha minacciato il gestore del locale.

Quando è entrato dall’ingresso principale sembrava un normale cliente, con un cappello scuro in testa e un vistoso neo in volto. Ha aspettato che il gestore della sala slot si distraesse per introdursi nello spazio riservato ai dipendenti, dove è conservato anche il denaro.

Qui si è messo un passamontagna in testa e, armato di pistola, ha minacciato il commerciante di dargli i soldi. Se il titolare non avesse soddisfatto le sue esigenze, gli avrebbe sparato sul colpo. La vittima non ha esitato e ha consegnato l’incasso, stimato fra i mille e i duemila euro.

1 Comment

  1. I wanted to thank you for this excellent read!! I definitely loved every bit of it.
    I have got you saved as a favorite to check out new stuff you

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*